Economia
  1. ANSA.it
  2. Economia
  3. Whirlpool: Orlando, garantiremo continuità per lavoratori

Whirlpool: Orlando, garantiremo continuità per lavoratori

Stiamo sondando disponibilità azienda su transizione

"Abbiamo lavorato con il Mise per verificare la congruità di una soluzione che può essere più o meno ravvicinata nel tempo. Ci sono variabili, la prima è capire le disponibilità di Whirlpool di accompagnare questo percorso. Come ministero ci facciamo carico di garantire continuità in funzione della soluzione che si va definendo" per "evitare che ci sia un vuoto" e si assume "un impegno a garantire continuità occupazionale e scongiurare licenziamenti". Lo ha detto, secondo quanto si apprende, il ministro del Lavoro Andrea Orlando, al tavolo sulla vertenza Whirlpool al Mise. 

"L'impegno del 25 ottobre è per entrambi i ministri di farci sapere quale provvedimento sarà preso per la continuità e di illustrarci il piano del consorzio". Lo chiede Barbara Tibaldi segretaria nazionale Fiom-Cgil, uscendo dal Mise al termine del tavolo sulla vertenza Whirlpool. I lavoratori devono sapere, spiega "che si faranno i sedili, le batterie e che all'interno della filiera si lavori sulle parti di elettronica e poi ci devono dire quante persone, dobbiamo sapere cosa ci aspetta. Deve esserci un impegno che sia rispettato anche da loro, e di quanto tempo di attesa ci saranno. Siamo perché si sappia con anticipo cosa vuoi fare e con quante persone e poi ci diranno con chi. Sicuramente ci sarà Invitalia". Per Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm, la "cosa importante è il fatto che anche all'ultimo sia intervenuto Orlando e abbia accettato di mettere a verbale un impegno preciso" e avverte Giorgetti che andranno a "Varese per far sentire chiara la voce dei lavoratori, andiamo a parlare a un governo inconcludente che lunedì ci deve dare le prime risposte concrete" Le garanzie e la soluzione di "continuità lavorativa a tutti i 340 dipendenti di passare da Whirlpool a un nuovo soggetto - aggiunge Nobis di Fim-Cisl - sia a parità di condizioni, con mantenimento del lavoro a Napoli e mantenimento delle nostre professionalità. Per io resto abbiamo dati fiducia al governo ma ora abbiamo bisogno di accelerare".

Fiom Cgil: "Per Whirlpool occorre passare ai fatti, lunedi' vogliamo il provvedimento"

Il corteo dei lavoratori a Roma

Circa 500 lavoratori di Whirlpool ed Elica hanno raggiunto stamattina il ministero dello Sviluppo Economico in corteo dalla Stazione Termini. "Napoli e Ancona uniti nella lotta, non molleremo mai," urlano i lavoratori ancora una volta e invocano i nomi dei ministri Orlando e Giorgetti da cui oggi sperano di ottenere risposte concrete. "Ci hanno detto che oggi avrebbero illustrato un provvedimento straordinario in grado di traghettare questi lavoratori dalla Whirlpool al Consorzio. Oggi ci aspettiamo la serietà da parte di questi governo e spiegarci in quale modo noi possiamo proseguire. Noi non molliamo, non molleremo mai", commenta Barbara Tibaldi, segretario nazionale Fiom-Cgil. Ieri intanto, in un comunicato unitario Fim-Fiom-Uilm, hanno annunciato una manifestazione nazionale per la Whirlpool il 29 ottobre a Varese, sostenuta da 8 ore di sciopero in tutti gli stabilimenti. Tra le altre azioni intraprese, tenere assemblee in ciascun sito per aggiornare i lavoratori e programmare in ciascun stabilimento azione di sciopero. I sindacati vogliono conoscere al più presto nel dettaglio il piano industriale e l'impegno del Governo a costituire il Consorzio entro il 15 dicembre. In ballo il futuro dei 340 lavoratori del sito di Napoli. "Quello è un presidio di legalità oltre che un posto di lavoro per questi 340 lavoratori - sottolinea Tibaldi - è mai possibile che non si riesce a trovare una soluzione?".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie