Landini, proroga blocco licenziamenti sia generale

Anche nuovo ammortizzatore deve essere universale

La proroga del blocco dei licenziamenti deve riguardare tutti, essere generalizzata. Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini nel corso di una intervista ad Omnibus su La7 a proposito della proroga della misura oltre il 31 marzo. Landini ha ribadito la necessità di fare una riforma degli ammortizzatori sociali con l'incentivo dei contratti di solidarietà e quelli di espansione insieme alla messa a punto di uno "strumento universale che copra tutte le forme di lavoro, compreso quello autonomo". Sulla proroga dei licenziamenti (alcune indiscrezioni parlano del 30 giugno, ndr) il sindacato è in attesa di una nuova convocazione dal Governo.
    A proposito del reddito di cittadinanza Landini ha detto che la misura ha funzionato come strumento per combattere la povertà ma non ha funzionato per le politiche attive. "Per nuovi posti di lavoro - ha detto - servono investimenti e un progetto vero di riforma dei centri per l'impiego. Mescolare i due strumenti non ha aiutato a risolvere le questioni".
    Il sindacalista si è quindi soffermato sulla questione rider: l'obiettivo del sindacato - ha spiegato - "è l'applicazione di un contratto nazionale di lavoro in modo che abbiano diritti fondamentali come gli altri. Per questi lavoratori esiste già un contratto nazionale che è quello della logistica". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie