Ubs: utile netto 2020 sale a 6,6 miliardi di dollari

Incremento di oltre il 50%, tutti obiettivi raggiunti o superati

(ANSA) - MILANO, 26 GEN - Il gruppo bancario elvetico Ubs ha chiuso l'esercizio 2020 con un utile netto in crescita del 54% a 6,62 miliardi di dollari (5,44 miliardi di euro). Il rendimento del capitale Cet1 è salito al 17,6%, oltre l'obiettivo prefissato tra il 12 e il 15%. L'utile ante imposte è aumentato del 47% a 8,22 miliardi di dollari (6,78 miliardi di euro), comprese perdite nette su crediti per 694 milioni di dollari (537,2 miliardi di euro).
    Secondo il Gruppo "tutti gli obiettivi sono stati raggiunti o superati" e il rapporto costi/ricavi, pari al 73% contro un obiettivo tra il 75 e il 78%, è stato "il più basso dal 2006".
    Inoltre "ogni regione e divisione - spiega il Gruppo - ha dato un contributo all'utile di oltre 1 miliardo di dollari (0,82 miliardi di euro), grazie ai benefici derivanti dalla diversificazione operativa e geografica" di Ubs.
    Il coefficiente patrimoniale Cet1 a fine anno si è attestato al 13,8%, a fronte di un obiettivo intorno al 13%, e l'indice di leva finanziaria Cet1 al 3,85%, sopra all'obiettivo di "almeno il 3,7%". Il Cda propone agli azionisti in dividendo di 0,37 dollari per azione (0,31 euro), a fronte dei precedenti 0,365 dollari.
    "I robusti risultati che abbiamo conseguito nel 2020 - ha dichiarato l'amministratore delegato di Ubs Ralph Hamers - dimostrano chiaramente la vera forza della nostra rete globale e l'impegno dei nostri collaboratori". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie