Borsa: Milano forte con Europa snobba politica, bene spread

Piazza Affari sale dell'1,2%, accelerano le banche

(ANSA) - MILANO, 26 GEN - Piazza Affari sembra non guardare alla crisi di governo e prosegue nel suo percorso positivo, sostenuta dall'allentamento delle tensioni sui titoli di Stato, anch'essi apparentemente poco sensibili agli sviluppi della politica interna: l'indice Ftse Mib sale dell'1,2% in linea con l'Europa e sostenuto anche dalle banche, che osservano lo spread con la Germania restare attorno a quota 120 punti.
    Con i futures sull'avvio di Wall street che oscillano attorno alla parità, Francoforte resta la Borsa più in salute nel Vecchio continente e sale dell'1,8%, seguita da Parigi e Madrid in rialzo dell'1,2% e Londra più cauta a quota +0,8%. I rendimenti sui Btp italiani a dieci anni scendono di due punti base, in lieve controtendenza con i titoli di Stato di Germania, Francia e Gran Bretagna che si apprezzano marginalmente.
    In Borsa a Milano sono Saipem, anche fermata in asta di volatilità, e Cattolica, fuori dal paniere principale, a tirare il listino, con un un aumento del 4%, seguite da Nexi e Leonardo in crescita del 3,5%, con Unicredit che accelera (+3%), seguita da Tim e Mediobanca in aumento di due punti percentuali e mezzo.
    Sempre debole Prysmian, in calo del 2,7% dopo il possibile aumento di capitale per la conversione di obbligazioni. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie