Inps: nessun allarme su pagamento pensioni e Cig

Coperto anche il pagamento del 98,3% della Cig. 'Restano solo 41.000 pagamenti precedenti gennaio'

 "Non esiste alcun allarme per il pagamento delle pensioni e delle altre prestazioni dell'Inps che possono essere finanziati attingendo, sulla base di vari strumenti che le legge mette a disposizione, a risorse dello Stato. Lo fa sapere l'Istituto. Nel corso del 2020,si legge, il legislatore ha previsto che Inps finanziasse con proprie risorse finanziarie alcune delle misure economiche finalizzate al contrasto degli effetti economici della pandemia. Al contempo si sono registrate minori entrate contributive. La stima di questi effetti è riportata nell'assestamento del bilancio preventivo 2020 e nel bilancio preventivo 2021.  

Nello stesso tempo, l'Istituto fa sapere che ha coperto ad oggi il 98,3% delle richieste di cassa integrazione pervenute, ovvero 16,9 milioni di domande su 17,2 milioni."Sono in lavorazione i pagamenti per 293 mila prestazioni di cui 252 mila giunte a gennaio". Resterebbero quindi solo 41.000 pagamenti precedenti gennaio. Non hanno nessun fondamento -scrive l'Inps- i numeri pubblicati oggi da un quotidiano. Ad oggi l'Inps ha gestito circa 3,56 milioni di domande di cig per emergenza Covid da parte delle aziende, e ne ha accettate oltre 3,29 milioni mentre quelle in lavorazione sono 88mila (60mila presentate tra dicembre e gennaio).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie