Borsa: meglio Milano, ma resta in rosso (-0,8%)

Male le banche. Giù Stellantis, corre Diasorin

(ANSA) - MILANO, 25 GEN - Migliora ma resta in rosso (-0,7%) Piazza Affari, mentre il Paese, come il resto d'Europa, prosegue con le misure di contrasto al Covid 19 e con la rincorsa ai vaccini in ritardo con le consegne. A proposito della crisi di governo, si apprende intanto che il premier Conte potrebbe andare a colloquio oggi stesso col presidente Mattarella. Si riassesta intanto su 122 punti lo spread, che aveva ripreso quota verso 125 punti nel primo pomeriggio. Non se ne avvantaggiano le banche, da Unicredit (-3%) con gli analisti che stimano 2,3 miliardi di perdita nel 2020, a Intesa (-2,4%), Bper (-2,2%), Banco Bpm (-1,8%), insieme alla Paytech Nexi (-2,3%).
    Male come il comparto Stellantis (-3,5%) e non molto meglio Cnh (-2,7%). Non particolarmente in forma i petroliferi, a partire da Eni (-,1%) e Tenaris (-0,7%), piatta Saipem (-0,09%), col greggio in ripesa (wti +0,2%) a 52,3 dollari al barile.
    In cima al listino principale Diasorin (+3,9%) per i farmaceutici, mentre soffre Recordati (-0,8%). Bene Stm (+,8%) come gli altri titoli del settore semiconduttori in Europa. In forma Terna (+1,6%) e Italgas (+1,5%), tra le assicurazioni Unipol (+1,2%). Guadagnano Tim (+0,6%) e Enel (+0,7%). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie