Borsa: Milano corre, in luce Saipem e Tenaris

Ripartono Unicredit e Mediobanca. Rally di Bps

(ANSA) - MILANO, 24 NOV - Seduta vivace a Piazza Affari, capofila delle borse europee (Ftse Mib +2,04%) in un movimento generale di fiducia alimentato nel finale dalla corsa di Wall Street dove il Dow Jones ha toccato e superato un nuovo record a 30.000 punti. A spingere i listini, e Milano non fa eccezione, è l'avvio della transizione formale, a tre settimane dal voto, verso l'amministrazione di Joe Biden al posto di Donald Trump nonché le notizie positive sul fronte dei vaccini che spingono gli investitori a far ruotare i portafogli verso i settori più penalizzati dal covid. Il recupero deciso delle quotazioni del greggio mettono le ali in prima battuta ai petroliferi e a Milano sul podio salgono Saipem (+8,45%) e Tenaris (+6,31%) seguiti da Leonardo (+5,6%) e Cnh (+4,55%) che ha collocato con successo un bond da 750 milioni, nonché da Enel (+4,18%) grazie al piano e all'attesa vendita della quota in Open Fiber. Le prospettive di nuove misure non convenzionali a sostegno delle economie dalle autorità monetarie, in Europa la Bce, danno la spinta anche alle banche a partire d Unicredit (+5,06%) Mediobanca (+4,19%). Le prese di profitto piegano invece Diasorin (-4,84%) e Amplifon (-4,07%), Fuori dal paniere principale l'effetto risiko all'indomani dell'opa di Credit Agricole a 10,5 euro su Creval (+1,64% a 10, 93 euro) mette il turbo a Bps (+12,47%). Al palo invece Mps (+0,64%). Massimo Zanetti si porta intanto sul nuovo prezzo d'offerta (+7% a 5,5 euro) del socio di maggioranza.
    Sul mercato Aim da segnalare infine la corsa inarrestabile di Monnalisa (+39,7%) dopo l'accordo con Chiara Ferragni negli abiti per bambini. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie