Expo Dubai: Galli, così salviamo Maldive dal climate change

La cooperazione internazionale a difesa della barriera corallina

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - Il futuro della barriera corallina delle Maldive passa anche da un centro di ricerca e di formazione aperto a studenti e ricercatori internazionali. "Da tutto il mondo vengono per imparare come riparare la barriera corallina.dai danni del cambiamento climatico e studiare la biodiversità", spiega il direttore del MaRHE Center, Paolo Galli, docente ordinario di Ecologia presso il Dipartimento di Scienze Ambientali presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca.
    Galli ha presentato il centro MaRHE, aperto nel 2009 dall'università Bicocca insieme al governo delle Maldive, all'evento digitale globale di Expo 2020 Dubai "Settimana del clima e della biodiversità" come esempio di cooperazione internazionale a protezione della barriera corallina ..
    "Le Maldive sono famose nel mondo per la barriera corallina colorata, per le spiagge e per gli incredibili oceani, ma anche per i problemi legati al cambiamento climatico", ha detto Galli.
    "L'Università Bicocca e il governo delle Maldive hanno deciso di creare un centro di ricerca aperto, un posto dove ricercatori e studenti di tutto il mondo possono venire a condividere le loro conoscenze e a cercare di trovare una soluzione ai problemi del mondo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie