Carige: ok cessione Npl, stop a bond

Cda reputa non ci siano condizioni per prestito subordinato

(ANSA) - GENOVA, 27 MAR - L'ultimo consiglio di amministrazione di Banca Carige prima dell'assemblea di dopodomani, chiamata ad approvare i conti del 2017, ha varato il piano strategico di cessione dei crediti in sofferenza e delle inadempienze probabili, ha dato il via libera all'esternalizzazione del sistema informatico attraverso un accordo con Ibm, ma ha anche "congelato" l'emissione del bond subordinato da 300 milioni, in vista di tempi migliori. "Non si sono ancora verificate le condizioni di mercato utili ad emettere un prestito subordinato con le caratteristiche attese" informa una nota della banca al termine della riunione nella sede della banca. L'operazione era stata annunciata a febbraio ma i primi incontri per l'illustrazione agli investitori istituzionali, hanno consigliato di aspettare. Per quanto riguarda i crediti, il cda ha deciso di procedere con la dismissione di un ulteriore portafoglio di crediti in sofferenza, fino all'ammontare di 1 miliardo, attraverso la cartolarizzazione

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie