Sanità, debiti con i fornitori per 22,9 miliardi

Asl in affanno nei pagamenti soprattutto nel Mezzogiorno

La sanità italiana ha accumulato un debito con i propri fornitori di 22,9 miliardi di euro. Lo rileva la Cgia di Mestre analizzando la "Relazione sulla gestione delle Regioni" della Corte dei Conti, relativa al 2015, ultima rilevazione disponibile. Sebbene negli ultimi anni lo stock sia in calo, l'ammontare del debito commerciale del nostro SSN non è ancora stato ricondotto entro limiti fisiologici.

Soprattutto nel Mezzogiorno, le Asl sono in affanno con i pagamenti, mettendo così in seria difficoltà moltissime Pmi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie