Il cinema in streaming anche dopo le feste

Le proposte, da Lupin su Netflix a Prima che la notte su RaiPlay

All'insegna dell'Epifania che "tutte le feste le porta via", anche quest'anno e tanto più sulle varie piattaforme in streaming scarseggiano le novità da annunciare per il prossimo fine settimana. Proponiamo quindi un florilegio di film che andrebbero recuperati e apriamo la lista con una vera novità che però va sotto l'etichetta della serie tv anche se ha tutti i crismi del racconto cinematografico (ad eccezione della maggiore lunghezza).

LUPIN di Louis Leterrier con Omar Sy, Hervé Pierre, Vincent Londez, Ludivine Saigner, Nicole Garcia. Su Netflix. Per costruire il ritorno di una delle figure più celebri del giallo elegante alla francese, si sono messi insieme una storia in stile Conte di Montecristo e un personaggio ispirato al famoso ladro in guanti bianchi, opportunamente aggiornato. Il che non è cosa nuova per Lupin, creato dallo scrittore Maurice Leblanc a inizio '900, portato più volte al cinema (l'ultima nel 2004 con la regia di Paul-Loup Salomè), ma soprattutto protagonista di un popolare sceneggiato in bianco e nero con Georges Descrières (anni '70) e poi di una reincarnazione nel nipote, creata dallo studio d'animazione giapponese Ghibli, con la supervisione del maestro Miyazaki, col titolo Lupin III. Adesso rivive nelle sembianze di Assande Diop, ladro gentiluomo di colore (Omary Sy di "Quasi amici") ed è animato dal desiderio di vendetta contro la ricca famiglia che gli ha disonorato il padre. Qualità, ritmo, freschezza e divertimento sono garantiti da questo originale Netflix.

SUMMER di Kirill Serebrennikov con Teo Yoo, Irina Starshenbaum, Roman Bilyk. Su #ioirestoinsala. E' l'ultimo film del più irriverente e geniale regista russo del nuovo secolo. Un triangolo amoroso sullo sfondo della Leningrado anni '80, con una storia ispirata dal carisma del gruppo punk Kino, inviso al governo, ma popolarissimo tra i giovani russi che sentivano già il vento del cambiamento. Viktor ha la musica nelle vene ma senza l'aiuto di Mike che lo spinge a costruirsi una carriera, rimarrebbe uno spostato col demone della musica. Invece in breve diventa un idolo dei ragazzi, ma non riesce a resistere al fascino della moglie del suo talent-scout, la bella e fragile Natasha.

IL LADRO DI CARDELLINI di Carlo Luglio con Nando Paone, Pino Mauro, Ernesto Mahieux, Lino Musella, Viviana Cangiano. Su #iorestoinsala. Vale la pena di recuperare questa fiaba napoletana con uno spruzzo di giallo che uno dei più indipendenti autori napoletani ha cucito su misura per un gruppo di virtuosi del teatro partenopeo. Pasquale ha perso il lavoro come forestale, ha superato a fatica la morte della moglie e un infarto, ha 63 anni, un monte di debiti e non ha più sogni. Gli amici di sempre lo coinvolgeranno in un'ingenua truffa per riportarlo alla vita: il gruppo ruba un'intera partita di cardellini, li dipinge di bianco per farne una razza rara e pregiata, e li colloca sul mercato nero dove sono molto ricercati. Peripezie e malintesi porteranno tutti sull'orlo del disastro, ma il miracolo è dietro l'angolo.

IL PARADISO PROBABILMENTE di e con Elia Suleiman, Gael García Bernal, Holden Wong, Robert Higden, Sebastien Beaulac. Su #iorestoinsala. Altro film in equilibrio tra irresistibile commedia e dramma reale, che probabilmente è sfuggito all'uscita in sala nonostante un premio al festival di Cannes e la notorietà cinefila del suo regista-protagonista, mai come in questo caso erede del genio dell'amatissimo Buster Keaton. Il regista mette in scena la sua odissea di palestinese senza patria che parte per un viaggio tra Parigi e New York alla ricerca dei soldi per finanziare il nuovo progetto. Come un novello Jacques Tati assiste, immobile e sconfitto, al trionfo di una società senza ideali, dominata dal dio denaro e incapace di restituirgli il sapore della sua vera casa: quella che troverà solo ritornando tra le quattro mura della sua piccola baracca, mai finita, a Nazareth.

NON CONOSCI PAPICHA di Mouna Meddour Gens con Lyna Khoudri, Shirine Boutella, Amira Hilda Douaouda, Yasin Houicha, Zahra Doumandji. Su Miocinema. Si chiama Nedjma, cresce nell'oppressiva Algeria degli anni '90, ha solo un sogno: affermarsi come stilista e organizzare la prima presentazione delle sue creazioni. Nella difficile impresa la aiutano le amiche, ma il desiderio di "Papicha" si scontra contro il fondamentalismo e l'oscurantismo di una società che vede le sue scelte come un affronto alla religione. Senza volerlo diventa una bandiera della ribellione, rischia la vita, subisce brutalità e cattiveria, ma non si piega inseguendo un sogno di libertà. Debutto nella fiction di una stimata documentarista, il film ricalca la vera storia della regista.

PRIMA CHE LA NOTTE di Daniele Vicari con Fabrizio Gifuni, Selene Caramazza, Lorenza Indovina, Aurora Quattrocchi, Beniamino Marcone. Su RaiPlay. E' dedicata alla memoria di Giuseppe "Pippo" Fava, a 40 anni dalla sua coraggiosa scelta di fondare a Catania una scuola di giornalismo sulla falsa riga del suo "I siciliani", la copertina del canale in streaming gratuito della Rai. Il film di Vicari segue passo passo i giorni di quest'utopia che portò Fava a uno scontro finale con la mafia siciliana, fino all'omicidio che lo vide cadere, sotto i colpi dei sicari, nel 1984.

SHOCK WAVE di Herman Yau con Andy Lau, Wu Jiang, Jia Song. Si trova nella library di IBS.it la più interessante novità del mercato home-video per questa settimana. Piacerà ai cultori dell'action movie asiatico e agli estimatori di Andy Lau, ormai consacrato a divo in tutto il mondo. Qui veste i panni di un artificiere della polizia di Hong Kong che per anni si è infiltrato nella banda di Blast, un pericoloso rapinatore esperto in esplosivi. Quando è costretto a scoprirsi per evitare una carneficina in banca, l'eroico Cheung Choi-san riesce a mettere le manette alla gang ma, sul più bello, Blast fugge di prigione e minaccia di vendicarsi. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie