Fiorello, serve una campagna vaccinale potente

Un pensiero per i giovani in dad, ''dobbiamo resistere''

(ANSA) - SANREMO, 03 MAR - "Mi rivolgo ai grandi: bisogna organizzare quanto prima una campagna vaccinale di quelle potenti, vogliamo vaccinarci tutti affinché questo incubo finisca". Il pretesto per l'appello di Fiorello dal palco dell'Ariston sono i giovani, che seguono numerosi il festival di Sanremo: "Molti di loro torneranno in Dad - dice lo showman - e so che non è facile, ma dobbiamo resistere, questi bei momenti della vostra età in qualche modo vi verranno restituiti e questo sarà solo un ricordo".
    Entrato in scena con un costume decorato da enormi piume nere ("E' lo zainetto di Achille Lauro quando andava all'asilo"), Fiorello ricorda che Amadeus "è lo swiffer delle polemiche", "è l'unico a suscitarne una anche se si fa il segno della croce.
    Con me invece se l'è presa il Pd per la battuta su Zingaretti e la D'Urso? Ma che vi ha fatto la D'Urso?". Draghi, invece, citato da Fiorello in una delle sue incursioni della prima serata, "ha mandato un messaggio: grazie, mi avete fatto abbassare lo spread, il mio gruppo preferito sono i Bundesbank", dice Fiore. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie