Diavoli, l'alta finanza è un thriller su Sky

Dal 17 aprile, maxi cast con Dempsey, Borghi, Smutniak

"La più potente arma del nostro tempo non è il fucile, non il carro armato o l'artiglieria, è la finanza". Arriva il 17 aprile su Sky Atlantic 21,15 e in streaming su Now Tv Diavoli, il thriller finanziario internazionale targato Sky Original che dopo la première in Italia debutterà nei prossimi mesi anche negli altri Paesi del gruppo Sky ed è stata già venduta in 160 territori. Con un cast guidato da Alessandro Borghi , Kasia Smutniak e Patrick Dempsey, la serie - una storia di potere, segreti e disinganni ambientata nell'Olimpo della finanza mondiale - è stata girata tra Roma e Londra interamente in lingua inglese.

Diavoli, tratta dal bestseller "I Diavoli" di Guido Maria Brera (edito da Rizzoli), è prodotta da Sky Italia e Lux Vide e realizzata in collaborazione con Sky Studios, Orange Studio e OCS. La distribuzione internazionale è di NBCUniversal Global Distribution per conto di Sky Studios. La serie è stata presentata in una conferenza stampa virtuale con i protagonisti da remoto, presenti anche Brera e Nils Hartmann direttore produzioni originali Sky, Luca Bernabei, produttore e Ceo Lux Vide. Patrick Dempsey è Dominic Morgan, potente Ceo di una banca di investimenti a Londra, Alessandro Borghi è l'ambizioso allievo che rischia di superare il maestro. Ma mentre Dempsey ha una moglie perfetta, Kasia Smutniak, quella di Borghi, tossicodipendente, lo trascina nello scandalo. Ma una hacker (Laia Costa) scopre che qualcuno manovra contro di lui. Chissà, nella realtà, cosa succederà dopo lo tsunami coronavirus, se gli squali saranno pronti ad approfittare della crisi. Non era immaginabile quando Nick Hurran e Jan Michelini giravano. "Per questo personaggio - spiega Dempsey - ho approfondito molto sul tema e quell'epoca in particolare, affidandomi ai consigli di Brera. Una storia che gioca molto sulle ambiguità dei personaggi, nessuno è del tutto cattivo o un eroe senza macchia, c'è chi nasconde segreti, dolori personali, ognuno ha le sue ambizioni chi per denaro chi per puro potere. Racconta l'alta finanza, un mondo che condiziona le nostre vite in mille modi" fa notare. "Diavoli - conclude il protagonista - rapportata con quello che stiamo vivendo in queste settimane ci fa interrogare, sul futuro che ci aspetta: è ora di cambiare, abbiamo bisogno di un'economia più umana e sostenibile, siamo sull'orlo del caos". Borghi che è Massimo Ruggero, italiano di umili origini che ha fatto una brillatissima carriera a Londra, (nell'originale sentiamo la sua voce nella versione italiana è doppiato) a chi chiede ma chi sono i Diavoli replica: "non quelli che pensavo prima, ovvero un luogo comune, e lo erano anche per me. Se è vero che ci sono persone che agiscono seguendo esclusivamente i propri interessi personali con un bassissimo livello di etica, mi auguro guardando a domani ce ne siano anche altre che mettono al primo posto le persone".

Morgan, è sposato con Nina fascinosa aristocratica (Kasia Smutniak). "La troviamo - racconta - in un momento di grande sofferenza", racconta l'attrice è un personaggio diviso ma anche con degli interessi "mi sono immersa in questo ruolo che mi ha messo alla prova io che di finanza non sapevo tra l'altro nulla". Sul futuro dice: "voglio essere positiva, conto sulle generazioni dei giovanissimi, le stesse che hanno capito quanto sia importante l'ambiente l'impatto del clima sul pianeta, sono convinta che saranno in grado di trovare un'alternativa economica migliore, lo spero". Un thriller finanziario con immagini d'archivio dei crac che hanno messo in ginocchio il mondo. "Ho messo la mia conoscenza al servizio dell'intrattenimento" dice Brera. "La novità della serie è il punto di vista: per la prima volta non è quello americano legato alla gestione del potere. Noi lo raccontiamo dalla parte europea, con gli stati forti e quelli deboli che collassano, con la crisi del 2008 vista dalle nostre banche". Nel cast anche Laia Costa, Malachi Kirby, Paul Chowdhry , Pia Mechler e Harry Michell , Sallie Harmsen, Lars Mikkelsen e Lorna Brown. La morale della storia è che capire i meccanismi della finanza significa comprendere come potranno cambiare - in meglio in peggio - le nostre vite. "Nella serie mostriamo un po' tutto" spiega Nick Hurran. Nils Hartmann direttore produzioni originali Sky, annuncia che è in fase di scrittura con Brera una seconda stagione prodotta sempre in collaborazione con Lux Vide da Sky Original che avrà a che fare con l'attualità: "ci siamo interrogati la affronteremo questa è l'idea all'inizio della seconda stagione che si dovrebbe riaprire con i due protagonisti che si incontrano in una Milano deserta. Poi la storia torna indietro nel tempo e li ritroviamo a Londra all'inizio della Brexit". Luca Bernabei conclude: "Diavoli è il primo conspiracy thriller che racconta i retroscena di quella guerra sottile combattuta in Europa nel 2011. E che forse si sta combattendo ancora".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie