Cultura

'Teodora' inaugura la XXXII edizione del Ravenna Festival

Il 2 giugno 'prima' nuova opera da camera di Mauro Montalbetti

(ANSA) - RAVENNA, 01 GIU - Da figlia di un'attrice e di un custode dell'ippodromo di Costantinopoli a imperatrice al fianco di Giustiniano, santa per la Chiesa Ortodossa ed eterna nei mosaici della Basilica di San Vitale a Ravenna: 'Teodora.
    Scalata al cielo in cinque movimenti' è una commissione di Ravenna Festival e ne apre la XXXII edizione mercoledì 2 giugno alle 21.30 (replica giovedì 3). L'opera da camera di Mauro Montalbetti, libretto e regia di Barbara Roganti, è stata concepita ad hoc per la basilica patrimonio Unesco e vede in scena il soprano Roberta Mameli, l'attrice Matilde Vigna e la danzatrice Barbara Martinini, accompagnate dall'AltreVoci Ensemble, da Andrea Berardi all'organo e dal Coro 1685 dell'Istituto Superiore di Studi Musicali 'Giuseppe Verdi' diretto da Antonio Greco. L'appuntamento, trasmesso in diretta da Rai Radio 3, è in coproduzione con il Festival internazionale di musica sacra di Pordenone. Già sold out, sarà in streaming su ravennafestival.live dal 3 giugno.
    "Se provi a raccontare Teodora, la perdi - spiega Barbara Roganti - Abbiamo cercato di incontrarla, invece, con una drammaturgia che è un mosaico di connessioni, riverberi, somiglianze formali". "Sono partito dalla tradizione del madrigale monteverdiano - aggiunge Montalbetti - per costruire una relazione virtuosa fra suono e parola, con riferimenti a una vocalità antica ma proiettata nel contemporaneo".
    Il 4 giugno il Festival presenterà la prima assoluta del riallestimento de 'L'heure exquise' di Béjart, una coproduzione con il Royal Ballet che vede Alessandra Ferri nel ruolo che fu di Carla Fracci, mentre i 'Sei studi sull'Inferno di Dante' di Giovanni Sollima debutteranno il 10 giugno. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie