E' morto Bunny Wailer, leggenda giamaicana del reggae

73 anni, ha reso il reggae un fenomeno globale

(ANSA-AFP)  E' morto Bunny Wailer, leggenda giamaicana del reggae e membro fondatore dei Wailers, con Bob Marley e Peter Tosh, che ha reso il reggae un fenomeno globale. Il nome di Wailer, all'anagrafe Neville Livingston, è indissolubilmente legato a quello di Bob Marley, che conobbe da bambino e con il quale fondò i Walier, trio composto anche da Peter Tosh. Banny Wailer era nato a Kingston ed aveva 73 anni. Si è spento - come si legge sul Jamaica Observer che cita il suo manager Maxine Stowe - questa mattina al Medical Associates Hospital di Kingston, ospedale nel quale era stato ricoverato nel luglio scorso dopo un ictus che lo aveva colpito nel luglio 2020. Con Wailer, che, oltre a cantare, accompagnava il trio con il suo bongo, scompaiono tutti i membri del mitico gruppo reggae: Marley morì di cancro l'11 maggio 1981, mentre Tosh fu ucciso nella sua casa di St Andrew l'11 settembre 1987. Incise otto album con i Wailers, dal 1965 al 1973, prima di avviare la sua carriera solista. Gli album in solitaria includono Blackheart Man, pubblicato nel 1976, e Rock 'n' Groove, uscito cinque anni dopo. Tra le sue canzoni di successo Cool Runnings, Ballroom Floor, Crucial e Bald Head Jesus.

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie