Nuovi soci per la Treccani, anche Fs e Fondazione Domani

Carlo De Bedenetti entra nel cda

Ha accompagnato la storia d'Italia seguendone da vicino le vicende, testimonianza sistematica dell'identità culturale italiana, ma anche sicura guida nella scoperta del mondo contemporaneo, con aggiornamenti che hanno seguito da vicino le conquiste più recenti in tutti i campi. Sinonimo di sapere, la Fondazione dell'Istituto della Enciclopedia italiana fondata da Giovanni Treccani nel 1925, rinnova la sua compagine societaria. Nel consiglio d'amministrazione entrano, con un aumento del capitale sociale da 6 milioni di euro, Ferrovie dello Stato Italiane, Fondazione di Sardegna, Snam e Fondazione Domani, editore del quotidiano in edicola dallo scorso 15 settembre. Quest'ultima ha coperto il 50% dell'aumento del capitale, con un investimento di 3 milioni di euro, e sarà rappresentata nel consiglio d'amministrazione da Carlo De Benedetti in persona.

E' stato infatti l'Ingegnere, come spiega in una nota la Fondazione Domani, a decidere di "sostenere concretamente un patrimonio collettivo del sapere", credendo che "una democrazia forte si fondi sulla libertà di pensiero e grazie a solide basi culturali". Proprio quelle che in quasi cent'anni di storia hanno fatto della Treccani un pilastro, grazie a quell'"infaticabile lavoro di interconnessione dei campi più disparati dell'eccellenza italiana" che è la sua enciclopedia, una delle più importanti del Ventesimo secolo con i suoi 74 volumi - per adesso - per un totale di diverse decine di migliaia di pagine.

Nel 1996 nasce il sito web Treccani.it: una vera enciclopedia online consultabile gratuitamente che dal 2014 supera i cento milioni di visite. "Tradizione e innovazione al servizio della cultura", si legge sul sito della Fondazione, tra i cui soci già figuravano banche e fondazioni bancarie, oltre a Cassa Depositi e Prestiti, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Invitalia, Rai e aziende come Leonardo e Telecom. I nuovi soci si aggiungono ora per confermare la solidità della Fondazione, che può così proseguire nella sua missione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie