Cresce mercato libri per ragazzi, +5,7%

Dati Nielsen per Aie, settore vale 208,6 milioni

(ANSA) - BOLOGNA, 30 MAR - Cresce il mercato dei libri per ragazzi, soprattutto nella fascia 6-13 anni. Rispetto al 2013 chiude nel 2014 con un +5,7% complessivo, pari a oltre 168,2 milioni di euro nei canali trade (esclusa la Grande distribuzione organizzata). Questo secondo i dati Nielsen per Associazione Italiana Editori - Aie, diffusi nel giorno d'apertura della 52/a edizione della Fiera internazionale del Libro per ragazzi di Bologna, che si conclude il 2 aprile. I ragazzi leggono più della media nazionale ma meno del 2013.

Crescono le vendite della fascia dei bambini 6-9 anni che registrano un +5,6%, raggiungendo così i 67 milioni di euro e di quella dei 10-13 anni, con un +15,9%, che supera i 34 milioni di euro. Più contenuto l'incremento di fatturato dei libri per i piccolissimi (0-5 anni) con un +1,5%, che resta comunque centrale con oltre 64 milioni di euro. Aumentano anche il numero di case editrici e di titoli e raddoppia il numero degli ebook prodotti.

"Un settore - ha commentato Francesca Archinto, coordinatrice del gruppo editori per ragazzi di Aie - che si conferma sano. Secondo Nielsen le performance risultano particolarmente positive per i libri per bambini dai 6 ai 9 anni, che pesano da soli per il 40,3% del fatturato ragazzi, e sono confermate per quelle della fascia 0-5 anni, che rappresentano un altro 38,6%. Proprio la fascia dei libri per bambini in età prescolare è quella che negli ultimi anni ha avuto una maggiore crescita, recuperando un gap rispetto gli altri Paesi accumulato negli anni passati". Il settore, secondo i dati dell'Ufficio studi Aie, vale 208,6 milioni di euro, se consideriamo tutti i canali, compresi toy center, uffici postali, grande distribuzione, con 204 editori attivi e 5.219 titoli pubblicati nel 2013. I titoli ebook disponibili sono 1.949 nel 2014, erano circa la metà, 1.105, nel 2013. Se in media è il 41% degli italiani a leggere almeno un libro in un anno (dati Istat), per la fascia 2-5 anni si arriva al 63,3%, per quella 6-10 al 44,6%, per quella 11-14 anni al 53,5%, per quella 15-17 anni al 51,1%. Sono però percentuali in diminuzione rispetto al 2013. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie