Flashback come una scacchiera, il tema è il gioco

Dal 5 all'8 novembre al Pala Alpitour tra conferme e new entry

(ANSA) - TORINO, 24 SET - E' dedicata alla dimensione ludica la nuova edizione, l'ottava, di Flashback in programma dal 5 all'8 novembre al Pala Alpitour in uno spazio espositivo immaginato come una scacchiera in cui ognuno sa quale spazio rispettare nel rispetto delle regole.
    Il capitolo numero otto (otto come le caselle per ogni lato della scacchiera) celebra il gioco come azione sacra e ispirazione per l'arte di tutti i tempi, dalla Camera mortuaria di Nefertari all'arte concettuale, passando per Dadaismo e Surrealismo. I Ludens sono gli individui coscienti di poter incidere sul mondo, di poterlo riplasmare attraverso la creatività e il libero gioco.
    Moltissime le conferme tra le gallerie come Longari - che sceglie ancora una volta Flashback in quanto "fiera a misura d'uomo" - Cattai, Aleandri e tutte le gallerie torinesi che sostengono con entusiasmo la manifestazione fin dal 2013. E ancora più new entry. da Alessandra Di Castro, una protagonista nel panorama mondiale dell'arte antica a Paolo Antonacci, che conta tra i suoi collezionisti istituzioni come i Musei Vaticani e l'Accademia dei Lincei; da Callisto Fine Arts, che ha riportato alla luce sculture oggi conservate al Metropolitan Museum of Art di New York, ad eccellenze come Maurizio Nobile, Claudio Poleschi, Carlo Virgilio, Bottegantica e Matteo Lampertic. Tanti anche i giovani galleristi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie