Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Apre il centro 'Chiara Gualzetti', contro le violenze

Apre il centro 'Chiara Gualzetti', contro le violenze

Nel Bolognese, intitolato alla 15enne uccisa nel 2021

BOLOGNA, 02 aprile 2024, 16:28

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Il male deve trovare una via per diventare bene, e una cosa terribile e tragica come quella che è successa a Chiara deve diventare un motivo per aiutare i giovani a trovare se stessi e a imparare a volersi bene". Con queste parole l'arcivescovo di Bologna, Cardinale Matteo Zuppi, ha inaugurato questa mattina a Crespellano, nel Bolognese, il centro culturale giovanile intitolato a Chiara Gualzetti, la 15enne uccisa il 27 giugno 2021 a Monteveglio da quello che credeva un amico, un ragazzo poco più grande di lei, all'epoca minorenne. La struttura, in piazza della Pace, sarà un punto di riferimento e di aggregazione contro la violenza, il cyberbullismo e l'indifferenza, attraverso corsi di formazione di vario genere, anche per difendersi dai pericoli del web, e per promuovere una cultura dell'ascolto. All'interno i ragazzi non potranno portare i cellulari, come ha più volte sottolineato durante la progettazione il papà di Chiara.
    "Spero che questo centro svolga la sua funzione per i ragazzi che hanno intenzione di cambiare un po' il sistema di socializzazione - ha detto Vincenzo Gualzetti intervenendo all'inaugurazione - l'intenzione è dare ai giovani qualche valore in più rispetto al mondo virtuale nel quale molti vivono, e che porta molta anaffettività". Il padre della 15enne uccisa ha aggiunto di avere apprezzato la solidarietà della comunità di Valsamoggia: "A distanza di tre anni si fa ancora qualcosa in nome di mia figlia, questo dimostra che la gente non dimentica".
    All'inaugurazione del centro a Crespellano hanno partecipato, oltre all'arcivescovo di Bologna, diversi rappresentanti delle istituzioni e dell'associazionismo e l'assessore regionale Raffaele Donini, molto legato a quel territorio e già sindaco di Monteveglio dal 1995 al 2004.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza