Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

L'altra pista, Kata rapita per vendicare un abuso subito da un'altra bimba

L'altra pista, Kata rapita per vendicare un abuso subito da un'altra bimba

Anche questa ipotesi viene valutata nel massimo riserbo

FIRENZE, 31 dicembre 2023, 17:37

Redazione ANSA

ANSACheck

Una foto della piccola Kataleya - RIPRODUZIONE RISERVATA

Una foto della piccola Kataleya -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Una foto della piccola Kataleya - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il sequestro della bambina peruviana Kataleya di 5 anni, il 10 giugno 2023 durante l'occupazione abusiva dell'ex hotel Astor di Firenze potrebbe esser maturato come "vendetta trasversale" per un abuso sessuale subito da un'altra bimba che viveva anch'essa dentro la struttura. Lo scrive il quotidiano La Repubblica nelle pagine fiorentine riguardo a una nuova pista seguita da procura e carabinieri in base ad alcune testimonianze e a voci che erano circolate nei giorni successivi alla sparizione di Kata.

Al momento non ci sono riscontri, gli investigatori lavorano su affermazioni di persone. Tuttavia, anche questa ipotesi viene valutata nel massimo riserbo e al vaglio ci sarebbe la posizione di un soggetto vicino a Kata come presunto autore dell'abuso sessuale all'altra bimba. 
    Rapire Kata, in buona sostanza, avrebbe per motivo una ritorsione a quella violenza. Tale pista di indagine si affianca ad altre, fra cui quella della vendetta per i forti contrasti fra bande maturati nel controllo del 'racket degli affitti' delle stanze dell'ex albergo per immigrati clandestini e senza casa. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza