Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Trovati 600 grammi di tritolo innescati e 2 ordigni

Trovati 600 grammi di tritolo innescati e 2 ordigni

Sequestrati dai carabinieri in un terreno a Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA, 25 febbraio 2023, 11:36

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Tre panetti di tritolo innescati con dei detonatori a miccia, per un peso complessivo di 600 grammi di esplosivo, e due ordigni artigianali di circa 200 grammi sono stati trovati dai carabinieri a Ciccarello, nella zona sud di Reggio Calabria. Il sequestro è avvenuto nei giorni scorsi nell'ambito dei servizi di controllo, eseguiti dai militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia cittadina e del Nucleo cinofili di Vibo Valentia, finalizzati al contrasto delle attività illegali legati allo spaccio e alla detenzione di armi.
    Il tritolo è stato trovato in un terreno privato, disabitato e di libero accesso e proprio per questo non è stato denunciato il proprietario. L'esplosivo si trovava all'interno un involucro parzialmente sotterrato. Sul posto è intervenuto anche personale specializzato dei carabinieri artificieri antisabotaggio del reparto operativo che ha messo in sicurezza il materiale esplosivo e provveduto, alla successiva distruzione, previa campionatura per consentire al Ris di Messina di effettuare analisi tecniche al fine di verificarne la provenienza.
    Del ritrovamento è stata informata la Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria che ha avviato le indagini. Al momento non è chiaro chi possa avere nascosto l'esplosivo nel terreno di Ciccarello e a cosa potesse servire ma il fatto che il tritolo è stato trovato con l'innesco inserito lascia pensare che qualcuno lo avrebbe potuto utilizzare a breve. La Procura e i carabinieri stanno ancora indagando. La pista privilegiata è che il tritolo possa essere stato nella disponibilità delle cosche locali.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza