Cronaca
  1. ANSA.it
  2. Cronaca
  3. Becciu: "Sarò reintegrato nelle mie funzioni di Cardinale"

Becciu: "Sarò reintegrato nelle mie funzioni di Cardinale"

"Il Papa mi ha invitato al Concistoro", spiega il prelato a margine di una messa a Golfo Aranci

DI MANUELA TULLI

Il cardinale Angelo Becciu non nasconde la sua gioia: "Sono molto emozionato per questo gesto del Papa. Lo ringrazio di cuore e riconfermo la mia piena comunione con Lui". La notizia è che Papa Francesco lo ha chiamato per invitarlo alle importanti riunioni dei cardinali che si terranno a partire dal fine settimana in Vaticano. Lo aveva confidato lui stesso ai fedeli che partecipavano alla Messa domenicale da lui celebrata a Golfo Aranci in Sardegna: "Sabato mi ha telefonato il Papa per dirmi che sarò reintegrato nelle mie funzioni cardinalizie e per chiedermi di partecipare a una riunione con tutti i cardinali che si terrà nei prossimi giorni a Roma".

E' la prima volta che Becciu, tra gli imputati del maxi-processo in Vaticano per la gestione dei fondi della Santa Sede, partecipa ad una riunione cardinalizia da quel 24 settembre del 2020 in cui la Santa Sede diffondeva, in tarda serata, le poche righe con le quali annunciava che il cardinale era stato 'licenziato' da Francesco: "il Santo Padre ha accettato la rinuncia dalla carica di Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e dai diritti connessi al Cardinalato, presentata da Sua Eminenza il Cardinale Giovanni Angelo Becciu", recitava la nota senza spiegazioni.

E dal Vaticano oggi non è arrivato nessun commento ufficiale rispetto alla riabilitazione del cardinale sardo. Anche i media della Santa Sede scelgono, almeno per il momento, di tacere sulla notizia. Una fonte Oltretevere fa però notare che "i diritti del cardinalato non si riferiscono alla partecipazione alla vita della Chiesa; i cristiani sono chiamati a prendervi parte, secondo il proprio stato; nel caso dei cardinali questo può includere l'invito, talvolta personale, a partecipare ad alcune riunioni a loro riservate". Un modo per dire che questa sarebbe una decisione del Papa che attiene al rapporto personale con il card. Becciu. Relazione e amicizia che si era incrinata due anni fa ma che non ha impedito che tra i due ci fosse comunque un rapporto.

Il primo aprile 2021 Bergoglio scelse di celebrare la Messa del Giovedì Santo proprio a casa di Becciu. E un anno fa il Pontefice aveva detto in un'intervista che il cardinale deve essere "processato secondo la legge vaticana". Ma aveva aggiunto: "Desidero con tutto il cuore che sia innocente, è stato un mio collaboratore e mi ha aiutato molto. È una persona di cui ho una certa stima come persona, cioè il mio desiderio è che ne esca bene. Ma è un modo affettivo di presumere l'innocenza. Oltre alla presunzione di innocenza, non vedo l'ora che ne esca bene". Il Papa ora lo chiama a sedere nel Concistoro di sabato 27 agosto quando verranno proclamati venti nuovi cardinali e decise le date di canonizzazione per Giovanni Battista Scalabrini e Artemide Zatti.

Domenica 28 il Papa sarà all'Aquila ma il 29 e il 30 agosto tornerà in Vaticano a riunirsi con tutti i cardinali del mondo sulla riforma della Curia. Becciu ci sarà, così come è atteso anche a concelebrare con il Papa la Messa in Vaticano che martedì 30 agosto chiuderà l'evento. Per molti osservatori il tutto sarà una sorta di pre-conclave in cui fissare l'orizzonte del cammino della Chiesa. Ma anche una occasione per consentire ai cardinali, scelti da Francesco da ogni angolo del Pianeta, di conoscersi meglio tra loro.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie