Cronaca
  1. ANSA.it
  2. Cronaca
  3. Segre, Reggio Emilia le conferisce cittadinanza onoraria

Segre, Reggio Emilia le conferisce cittadinanza onoraria

Per la senatrice a vita anche dottorato honoris causa da Unimore

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 27 OTT - Un doppio prestigioso riconoscimento quello conferito stamattina dalla città di Reggio Emilia alla senatrice a vita Liliana Segre. In primis ha ricevuto la cittadinanza onoraria con una copia del Primo Tricolore dal sindaco Luca Vecchi e dal presidente del Consiglio Comunale, Matteo Iori che aveva proposto la delibera approvata senza alcun voto contrario. "Una testimone contemporanea contro la violenza, l'antisemitismo e il razzismo. A volte fa comodo non schierarsi, la nostra città oggi invece sceglie di stare al suo fianco". Segre è sopravvissuta dopo essere stata deportata in un campo di sterminio durante la Shoah.
    Nella cerimonia - che si è tenuta al centro internazionale Loris Malaguzzi a Reggio Emilia - Carlo Adolfo Porro, rettore di Unimore, l'ateneo di Modena e Reggio Emilia, le ha poi conferito il dottorato honoris causa, il primo nella storia dell'università, in "Reggio Childhood Studies-From early childhood to lifelong studies", un corso giovane nato grazie al dipartimento di educazione e scienze umane e alla Fondazione Reggio Children, culla dell'insegnamento col metodo 'Reggio Approach'. "Grazie alla senatrice che in maniera instancabile tiene viva la memoria e lotta per dare una testimonianza importante alle future generazioni", ha detto il rettore Porro. Liliana Segre, in videocollegamento dalla sua abitazione a Milano (dove con lei c'era il professor Alberto Melloni, presidente del corso di dottorato, ha pronunciato la 'Laudatio' in suo onore, consegnandole la toga, il tocco, il Sigillo dell'Ateneo e il diploma per poi invitarla a una visita a Reggio Emilia) ha ringraziato: "Sono commossa, questo riconoscimento apre ancor più speranza verso il messaggio semplice che cerco di tramandare ai giovani quando parlo della Shoah e della mia esperienza. E mi fa piacere che arrivi da una sede meravigliosa per l'educazione e l'infanzia perché nonostante l'età, mi sento ancora una donna matura di 60 anni". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie