Coronavirus: Cina balza a +5,4% di inflazione a gennaio

Vola la carne di maiale (+116%) per la peste suina africana le verdure (+17%)

   L'inflazione in Cina balza del 5,4% annuo a gennaio, contro il 4,5% di dicembre e il 4,9% atteso dai mercati, con la forte domanda delle feste del Capodanno lunare e dell'epidemia del coronavirus di Wuhan.

   Il dato, secondo l'Ufficio nazionale di statistica, è il più alto da ottobre 2011, con la parte dei prezzi alimentari che continua a salire. Su tutti, quelli della carne di maiale (+116% annuo) per gli effetti della peste suina africana, delle verdure (+17%) e delle carni di manzo, agnello e pollo in aumento tra il 10,4% e il 20,2%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie