Teatro: Lavia e le parole di De Filippo contro la resa

Da Taormina messaggio in vista Giornata mondiale del 27 marzo

(ANSA) - PALERMO, 25 MAR - "Voglio vedere anche io il teatro che cammina, il teatro che non si arrende, che va avanti: con i giovani, con gli anziani, con i vecchi come me". Comincia così, con le parole del simbolico 'testamento' di Eduardo De Filippo nella sua ultima apparizione in pubblico - proprio nel Teatro Antico di Taormina, nel settembre del 1984 - un video-omaggio che include il contributo di Gabriele Lavia.
    Prodotto dalla Fondazione Taormina Arte Sicilia e dal Parco Archeologico Naxos Taormina con il supporto tecnologico di Videobank, il video celebra la Giornata mondiale del Teatro 2021, il 27 marzo, e include include una performance di musica e letture registrata sull'inconfondibile scena del Teatro Anticio.
    Il contributo originale di Lavia verte sul senso del teatro di ieri e di oggi e prende spunto dall'Amleto di Shakespeare: "Lo scopo del teatro - dice Lavia - è di reggere lo specchio alla natura umana".
    Una riflessione dedicata al teatro come a una delle più esaltanti conquiste della civiltà umana ed insieme un messaggio di solidarietà e vicinanza, di speranza e incoraggiamento per tutti i professionisti del mondo dello spettacolo che, costretti da un anno all'inattività dalle misure anti-covid, vivono un grandissimo disagio.
    Inizialmente concepito 'live' per festeggiare con i visitatori la riapertura dei siti monumentali indicata dal Mibac per il weekend del 27 marzo, il progetto è stato riformulato in formato video e sarà trasmesso in streaming alle 17.30, sulle pagine Facebook dei due enti, in seguito alla nuova chiusura dei siti collegata all'ingresso delle varie regioni in zona rossa e arancione. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie