Valle Templi: Parco,nostro il progetto per recupero Telamone

E' polemica tra vertici Consiglio e sindaco Agrigento Firetto

(ANSA) - PALERMO, 09 LUG - La notizia che il Telamone del tempio di Zeus di Agrigento, un colosso di quasi otto metri, sarà rimesso in piedi, anticipata stamane dal sindaco di Agrigento Lillo Firetto in un'intervista, suscita una immediata reazione da parte dei vertici del Parco della Valle dei Templi che hanno curato il progetto per la "musealizzazione del tempio di Zeus Olimpio" e aggiudicato i lavori per la sua realizzazione.
    Per il presidente del Parco della Valle dei templi Bernardo Agrò e per il direttore Roberto Sciarratta "l'iniziativa del sindaco, peraltro in piena campagna elettorale, è poco rispettosa dei rapporti istituzionali che investono l'attività del Parco, che aveva peraltro programmato un grande evento, in sinergia con il Dipartimento e l'Assessorato regionale ai Beni Culturali".
    "In quest'ottica - sottolineano Agrò e Sciarratta - appare alquanto singolare quanto si apprende dagli organi di stampa, laddove non vi è alcuna palese paternità se non di accoglimento di un'iniziativa che, per chiarezza, viene portata avanti in modo silente ma efficace dal consiglio e dalla direzione del Parco, in una azione comune che è quella della grande valorizzazione e del rilancio della Valle dei Tempi". Il direttore del Parco Roberto Sciarratta aggiunge: "è un progetto straordinario, che appartiene al mondo ma che è nato qui alla Valle dei Templi, dal nostro lavoro iniziato già da alcuni anni e che vedrà l'avvio del cantiere nel mese di Agosto. Un progetto che non deve essere svilito facendone strumento di propaganda elettorale. Un progetto ambizioso che vuole frenare quel processo che, con il passare dei secoli, ha reso i templi friabili, fluidi". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie