Sicilia

Borsellino:nuovo dietro-front Scarantino

Sentito in processo su depistaggio indagine strage

(ANSA) - CALTANISSETTA, 29 MAG - Ennesimo dietro-front del falso pentito Vincenzo Scarantino che al processo a tre poliziotti accusati del depistaggio delle indagini sulla strage di via D'Amelio ha nuovamente fornito una versione differente delle pressioni subite durante l'inchiesta. Sentito in controesame ha indicato solo nei tre funzionari coloro che lo indussero a mentire sulla fase esecutiva dell'attentato. Una versione, che gli è stata contestata dall'avvocato Rosalba Di Gregorio, legale di Gaetano Murana, uno degli accusati ingiustamente per la strage ora costituito parte civile. Di Gregorio, all'affermazione di Scarantino, ha reagito contestando vecchie dichiarazioni in cui il falso pentito aveva sostenuto di avere rivelato la sua estraneità ai fatti agli ex pm di Caltanissetta Annamaria Palma, Gianni Tinebra e Carmelo Petralia. "Ho sentito il nome di La Mattina, volevo chiedere scusa anche a lui" ha aggiunto dopo avere appreso della presenza in aula di uno degli imputati condannati a causa delle sue false accuse.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie