Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Guerra in Ucraina al centro del Festival a Perdasdefogu

Guerra in Ucraina al centro del Festival a Perdasdefogu

"SetteSere SettePiazze SetteLibri" ospita Lucia Tilde Ingrosso

PERDASDEFOGU, 28 luglio 2022, 16:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Non solo conversazioni letterarie e momenti di evasione ma anche l'attualità della guerra in Ucraina e i rapporti con la Russia di Putin al centro della 12/a edizione del festival letterario "SetteSere SettePiazze SetteLibri", sino al 31 luglio a Perdasdefogu, in Ogliastra.
    Domani in piazza della Longevità Lucia Tilde Ingrosso presenterà il suo libro dal titolo "Anna Politkovskaja" con focus sulla vita e le opere della giornalista russa uccisa nel 2006 per le sue inchieste scomode.
    I giornalisti Andrea Sceresini e Lorenzo Giroffi, accompagnati dalle musiche del duo Duo Fantafolk, esporranno un reportage esclusivo dal fronte - documentato nel loro libro "Ucraina" - in cui restituiscono il vero volto della guerra da un punto di osservazione privilegiato: trincee, battaglie e i posti di blocco da Donetsk a Lugansk a Kiev.
    "Abbiamo voluto proporre un festival per fare buona letteratura senza che però fosse slegato dall'attualità - sottolinea Giacomo Mameli, direttore artistico del festival dedicato quest'anno allo scrittore sardo Sergio Atzeni scomparso nel 1995 a cui è stata intitolata una piazza -. La guerra in Ucraina è centrale nella nostra attualità da mesi per questo abbiamo voluto trasferire il dibattito all'interno della manifestazione di Perdasdefogu che deve essere un momento di riflessione non solo di evasione".
    Il Festival, organizzato dalla Pro Loco col sostegno finanziario di Regione, Fondazione di Sardegna e del Comune di Perdasdefogu - che ha portato quest'anno nove autori, ventidue relatori e otto musicisti - proseguirà sabato 30 con la presentazione del libro di Lucio Luca di Repubblica "Morire di giornalismo, quattro centesimi a riga" e si chiuderà domenica 31 lulgio con Dacia Maraini che parlerà del libro su Pasolini "Caro Pier Paolo" commentato da Vittorio Giacopini, Sergio Naitza e Salvatore Mereu.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza