Sardegna

Mesina: nuovo blitz carabinieri alla ricerca del latitante

Oltre 150 militari impegnati nelle campagne di Orgosolo

 Imponente dispiegamento di forze e mezzi dei Carabinieri del Comando provinciale di Nuoro dalle prime luci del mattino a Orgosolo (Nuoro), alla ricerca del super latitante Graziano Mesina, in fuga dal 2 luglio 2020, dopo che la Cassazione aveva confermato la condanna a 30 anni di carcere per traffico di droga. Centocinquanta militari del Comando Provinciale e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Abbasanta, hanno effettuato numerosi posti di controllo e perquisizioni nell'abitato di Orgosolo, che all'alba si è svegliato col rumore dell'elicottero del 10/o Elinucleo Carabinieri di Olbia che sorvolava le case.
    "L'attività - fanno sapere dal Comando provinciale dei carabinieri di Nuoro - si inserisce nel quadro della prevista intensificazione dei servizi mirati al rintraccio e alla cattura del latitante Graziano Mesina, le cui ricerche proseguono senza sosta".
    Le ricerche di Mesina, finito nella lista dei sei latitanti più ricercati d'Italia alla stregua di Matteo Messina Denaro e Attilio Cubeddu, proseguono con dei blitz periodici nel paese barbaricino, da dove l'ex primula rossa del Supramonte si era allontanato poche ore prima che i Carabinieri bussassero alla porta di casa per arrestarlo dopo la sentenza della Corte Suprema. Da quel giorno di Mesina si sono perse le tracce. E' possibile che le battute di oggi siano partite da qualche segnalazione.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie