Sardegna

Verso nuovo marchio "Prodotto suino 100% razza sarda"

Associazione Allevatori chiude bilancio in positivo, +700 soci

L'assemblea dei soci dell'Associazione Allevatori della Regione Sardegna ha approvato il bilancio consuntivo 2020 e preventivo 2021. L'AARSardegna, ha evidenziato il presidente Luciano Useli Bacchitta nel corso del suo intervento, chiude un anno difficile come il 2020 con un avanzo di gestione ed un incremento di soci di oltre 700 unità - che ha consentito all'Associazione di superare ormai i 3500 iscritti; sono stati controllati circa 227.000 capi in 2.556 aziende con quasi 152.000 analisi latte.

"Un risultato - ha proseguito Useli Bacchitta - non scontato in un anno che si è caratterizzato dal blocco delle attività per diverse settimane a causa del Covid. In questi due anni di lavoro - ha quindi rimarcato il presidente - abbiamo dovuto affrontare numerosi problemi come la precarietà dei fondi ministeriali per i quali ringraziamo l'assessora all'Agricoltura Gabriella Murgia per l'impegno profuso per garantire i fondi regionali e per il sostegno al programma aggiuntivo sull'ovino di razza sarda". "La nostra Associazione - ha aggiunto il presidente - ha però intenzione di aumentare i servizi offerti nonché le iniziative finalizzate alla valorizzazione delle biodiversità isolane. Per questo motivo abbiamo depositato il marchio 'Prodotto suino 100% razza sarda' che verrà presentato ufficialmente nei prossimi giorni" Oggi l'AARSardegna conta oltre 70 dipendenti, ha attive sedi provinciali a Cagliari, Nuoro, Oristano e Sassari oltre al recapito di Arborea ed un numero unico regionale che consente di poter contattare tutte le sedi. Collabora attivamente con le agenzie Agris e Laore, con il Parco Nazionale dell'Isola dell'Asinara e il Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie