Calcio: Rugani-gol, è vittoria bis per il Cagliari

Con Semplici è rincorsa salvezza, battuto 1-0 un Bologna spento

Il Cagliari continua la rincorsa salvezza: vittoria sul Bologna e Torino (fermato dal Covid) per ora sorpassato. Decisivo questa volta Rugani di testa al 19' del primo tempo: l'ex Juve non segnava da due stagioni e l'ultimo gol lo aveva fatto contro un'altra emiliana, il Parma. Male il Bologna, quasi mai pericoloso: quasi tutte le conclusioni in porta le ha bloccate Cragno. Per la squadra di Mihajlovic poco gioco e poca sostanza.

Cagliari quadrato, invece, che non punta alla bellezza, ma al sodo. Con Semplici è la seconda vittoria consecutiva. Centrocampo denso con Nandez dirottato a sinistra e Duncan e Nainggolan soprattutto sulle seconde palle. Poi Simeone e Joao Pedro che lottano come mediani. E allora eccolo lì il Cagliari che guadagna campo e tanti calci d'angolo. Cercando l'attimo, l'episodio. Per poco non lo trova al 5' con Joao Pedro.

Ma davanti alla linea c'è Joao Dominguez che salva il Bologna prima di uscire per infortunio. Pericolo Barrow al 10', unica volta del Bologna al tiro nel primo tempo. Poi al 19' Skorupski salva su incursione di Simeone. Dal corner però accoppiata sbagliata davanti al portiere: Rugani salta facile e più in alto nel duello con Orsolini e segna il suo primo gol col Cagliari. Non solo, il difensore non la metteva dentro da due stagioni.

Nella ripresa è il Bologna a fare la partita. Ma alla manovra manca lucidità: Sansone e Soriano fanno un po' paura al Cagliari quando partono palla al piede. Ma Orsolini è bloccato da Nandez. E infatti finisce fuori sostituito da Vignato. E Barrow non trova spazi: anche per lui, spesso castigatore del Cagliari, poca gloria. Mihajlovic allora decide di giocarsi l'ultimo quarto d'ora con l'esperienza di Medel e soprattutto di Palacio per dare una mano a Barrow. Ma non è che la situazione cambi molto. E infatti ad andare più vicino al gol è Pavoletti di testa: la palla viene tirata miracolosamente dalla porta da Schouten e l'arbitro fa segno che l'orologio non ha vibrato.
    Finisce con l'abbraccio al centro del campo tra Semplici e la sua squadra: il Cagliari non vinceva in casa dallo scorso 7 novembre.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie