Fase 2: più spazi per tavolini e sedie all'aperto a Cagliari

Comune pronto a semplificare le procedure per gli esercenti

Il Comune di Cagliari pensa al rilancio delle attività commerciali come bar e ristoranti proponendo alcune modifiche regolamentari per offrire maggiori spazi all'aperto per posizionare tavolini e sedie. La delibera con le novità sarà portata all'esame della commissione consiliare Attività produttive già lunedì prossimo per il parere di competenza, per poi passare all'esame del Consiglio comunale presumibilmente martedì pomeriggio.
    Tra le ipotesi al vaglio della Giunta presieduta da Paolo Truzzu l'ampliamento delle concessioni oltre i limiti attualmente previsti: il rapporto 1:1 rispetto alla superficie interna arriverà sino a 1:2,5. Sarà eliminato il limite della distanza dall'esercizio e sarà incrementata l'occupazione delle piazze fino al 50% dello spazio disponibile. Si prevede inoltre la possibilità di lasciare gli arredi all'esterno anche nelle ore notturne, la concessione dei parcheggi prospicienti le attività produttive per il posizionamento di tavolini e sedie, nonché il posizionamento di strutture facilmente amovibili.
    Poi c'è il versante della semplificazione burocratica: si va dalla disapplicazione di norme relative alla procedura Suape che non trovano applicazione nel caso delle concessioni in regime covid, a disposizioni che consentono di effettuare modifiche, anche sostanziali, degli arredi nelle concessioni, senza dover avviare un nuovo procedimento ed emanare un nuovo provvedimento, sino allo stop per l'obbligo di redigere una planimetria georeferenziata e di produrre una documentazione fotografica degli arredi da posizionare nel nuovo spazio richiesto.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie