Trovato ponte radio in galassia a 250 milioni di anni luce

Nasce da un buco nero gigante al suo interno

Individuati insoliti canali magnetici che, come un ponte radio, collegano due parti distinte di una galassia lontana, a 250 milioni di anni luce dalla Terra. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Astronomy and Astrophysics dal gruppo internazionale di astronomi guidato da Mpati Ramatsoku, della Università sudafricana Rhodes e dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) di Cagliari. Le strutture collegano due lobi diversi della galassia ESO 137-006, che si trova nell'Ammasso del Regolo ed è caratterizzata da un'intensa emissione di onde radio, tanto che gli esperti la definiscono una radio-galassia. "In questa galassia abbiamo scoperto strutture inaspettate: filamenti multipli di emissione radio", ha spiegato Ramatsoku.

 Secondo gli autori dello studio, nascono e si propagano da un buco nero gigante ospitato al centro della galassia. "Si tratta di un fenomeno totalmente nuovo rispetto a quanto già conoscevamo", aggiunge la ricercatrice dell'Inaf. L'insolita struttura è stata osservata grazie al radiotelescopio sudafricano MeerKAT, il precursore dello Square Kilometre Array (Ska), il più grande radiotelescopio al mondo in costruzione in Australia e Sudafrica e con quartier generale a Manchester, destinato con le sue migliaia di antenne a rivoluzionare la comprensione dell'universo.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie