Sassari, Sanna guarda già alle regionali

Sindaco, superare dualismo con Cagliari per sviluppo Sardegna

"Superare il dualismo con Cagliari e lavorare per consentire a tutta la Sardegna di risalire la china". Il sindaco di Sassari, Nicola Sanna, affida al Capo di Sopra quel ruolo guida che progressivamente sta perdendo. Lo fa nel corso della conferenza stampa di fine anno, in cui snocciola dati e numeri per rivendicare l'attivismo della sua amministrazione e "aiutare la comunità a uscire da questo senso di rabbia per una crisi che è globale".

A distanza di quasi due mesi dalle elezioni regionali - una sfida che lo vedrà impegnato in prima persona come candidato - il suo suona come un appello ai governanti isolani. "Spero che il centrosinistra sappia dare dimostrazione di essere capace di conservare il governo della Regione - dice - anche con figure nuove e rigeneranti, in vista delle nuove sfide anche a livello locale".

Tornando sul dualismo, Sanna precisa che non ha senso: "Lo dicono i numeri e i documenti, la Rete metropolitana del Nord Sardegna ha avuto più della città metropolitana di Cagliari". Completata la chiosa politico-elettorale, Sanna diffonde i numeri dell'amministrazione.

"Quest'anno abbiamo diramato 644 comunicati stampa, a dimostrazione del rapporto trasparente e diretto con la comunità", sottolinea il sindaco. La Giunta ha licenziato 393 delibere, 102 quelle del Consiglio, quasi 4mila le determinazioni dirigenziali. "È stata una attività incessante - commenta Sanna - attraverso la quale abbiamo supportato la città nel tentativo di reagire alla crisi economica".
   
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie