Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Misseri esce dal carcere, 'mi sentivo più libero dentro'

Misseri esce dal carcere, 'mi sentivo più libero dentro'

Avvocato: 'E' molto provato a livello psicologico'

BARI, 11 febbraio 2024, 11:19

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Mi sentivo più libero dentro, fuori mi sento invece incarcerato". Sono le parole che Michele Misseri ha detto all'avvocato Luca La Tanza appena uscito dal carcere di Lecce, questa mattina poco dopo le 7. Lo riferisce lo stesso legale all'ANSA.
    Il 69enne Misseri ha lasciato questa mattina il carcere dopo aver scontato una condanna per la soppressione del cadavere della nipote 15enne Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto del 2010.
    Per l'omicidio di Sarah sono state condannate all'ergastolo la moglie e la figlia di Misseri, Cosima Serrano e Sabrina.
    Misseri "fisicamente sta bene - spiega La Tanza - è molto provato a livello psicologico. Per il resto dovrà riprendere una vita tra virgolette normale, adesso. Mi ha palesato la volontà per un pò di giorni di non parlare con nessuno". "Dopo uscito dal carcere - aggiunge - l'ho lasciato con una persona che lui conosce e non so dove sia andato". "Oggi - precisa il legale - non sta andando ad Avetrana", nella sua abitazione in via Deledda dove Sarah fu uccisa. "Sicuramente oggi non andrà - conclude - e forse neanche domani".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza