COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale PRIMA PAGINA ITALIA

Red Raion: contenuti in CGI per attrazioni digitali nel settore dell’out-of-home entertainment.

“Vi è mai capitato di provare un’esperienza multimediale, in cui magari vi sono stati forniti degli occhialini 3D grazie ai quali, guardando uno schermo seduti su una comoda poltroncina (che magari vibrava o vi spruzzava acqua e aria), siete stati trasportati in un mondo fantastico? … potreste aver visto dei contenuti creati proprio da Red Raion!”

 

Red Raion è l’azienda italiana che, ancora giovane, è riuscita ad affiancarsi ai big del settore dell’intrattenimento digitale per parchi divertimento, musei ed entertainment center.

Ha sede ad Acireale, in provincia di Catania, e i filmati  prodotti da quest’azienda hanno raggiunto davvero tutto il mondo - senza dimenticare proprio l’Italia!

Il mercato di riferimento di Red Raion è costituito principalmente da parchi divertimento, musei, FEC (Family Entertainment Center) e centri commerciali.

Si tratta, nello specifico, di tutti quei centri di intrattenimento a livello internazionale che utilizzano o vogliono arricchire la loro offerta con attrazioni basate su contenuti in CGI (computer generated imagery, ovvero computer grafica).

Vi è mai capitato di provare un’esperienza multimediale, in cui magari vi sono stati forniti degli occhialini 3D grazie ai quali, guardando uno schermo seduti su una comoda poltroncina (che magari vibrava o vi spruzzava acqua e aria), siete stati trasportati in un mondo fantastico?

Oppure di andare in un parco divertimenti e provare quella nuovissima attrazione dove i vostri figli o nipoti vi supplicavano di portarli, che comprendeva dei filmati in computer grafica?

 

In entrambi i casi potreste aver visto dei contenuti creati proprio da Red Raion!

 

Red Raion, punto di riferimento del settore.

 

“La tecnologia sta stravolgendo completamente il settore delle attrazioni a discapito delle solite montagne russe, poiché consente di creare esperienze immersive indimenticabili che i visitatori altrimenti non potrebbero vivere nella realtà.” - ha dichiarato Antonio Cannata, Co-Founder e Strategy Director dell’azienda siciliana. “I contenuti in CGI permettono, infatti, di creare ampi ambienti immersivi anche in spazi ristretti, rivelandosi vantaggiosi sia per i grandi parchi che per i centri più piccoli. Inoltre, per rinnovare questo tipo di attrazioni basta cambiare il contenuto: l’investimento è molto conveniente rispetto alle attrazioni “classiche”, il cui aggiornamento non riguarda soltanto il contenuto, ma l’intera struttura - architettura, materiali e manodopera - con costi notevolmente superiori.

Noi di Red Raion abbiamo deciso di intraprendere questo percorso, costruendo il nostro brand da zero e sapendo fin dall’inizio che ci saremmo trovati a competere con aziende che operano nel settore da decenni. Ma devo dire che questo non ci ha mai spaventati, e nel corso degli anni siamo diventati un punto di riferimento nel settore: ad oggi, abbiamo partnership internazionali con 12 aziende e contiamo oltre 30 clienti attivi in tutto il mondo.

Questo anche grazie al nostro processo di produzione standardizzato, che permette ai nostri team di lavorare in maniera efficiente e lineare evitando ritardi sui tempi di consegna e aumenti dei costi: due dei peggiori incubi di chi lavora con i contenuti in CGI!”

 

Red Raion: competenze specifiche per arrivare in vetta.

 

Queste competenze specifiche hanno permesso all’azienda italiana di scalare le vette del loro settore, collaborando con alcuni tra i più grandi player a livello nazionale e internazionale.

Sono proprio di Red Raion i contenuti custom di due delle attrazioni di punta di Cinecittà World, l’italianissimo parco tematico: il pre-show di Volarium, attrazione definita come la più innovativa in Italia, è un flying theater (letteralmente: “teatro volante”) che permette ai visitatori, appunto, di “volare” a 10 metri di altezza per vedere una riproduzione digitale dei capolavori di Leonardo da Vinci e della Firenze del XVI secolo.

Realizzati da Red Raion per Cinecittà World anche i contenuti multimediali di Jurassic War: un tunnel immersivo grazie al quale gli spettatori, seduti in un veicolo in movimento composto da tre vagoni e circondato da uno schermo tondeggiante, vengono trasportati nel mondo preistorico dei dinosauri.

E all’estero? Per esempio il filmato custom “Miko and the Spell of the Stone”, realizzato appositamente per il primo indoor snowpark in Oman, e i contenuti creati per l’Indoor Roller Coaster vietnamita del parco di Vinpearl Land Phú Quốc!

E, oltre ai suddetti contenuti creati su misura, Red Raion ha prodotto (e continua a produrre!) una vasta libreria di filmati in licenza che è possibile ammirare in tantissimi cinema 5D, VR e Dome di tutto il mondo!

 

Durante questi mesi che hanno rivoluzionato così radicalmente il modo di vivere e l’economia mondiale, il settore dell’intrattenimento non è certo stato risparmiato. I parchi divertimento, i centri commerciali e tutti quei luoghi che regalano ai loro ospiti qualche ora di spensieratezza, magari proprio grazie alle attrazioni digitali, sono stati alcuni tra i primi luoghi pubblici a chiudere battenti con il lockdown globale.

 

E Red Raion come ha affrontato questo periodo?

 

“Non ci siamo mai fermati”, ci ha rassicurati Valeria Rizzo, Business Development Director di Red Raion. “Siamo 32 e tutti abbiamo lavorato da casa - fortunatamente il nostro è un lavoro che si può svolgere agevolmente in digitale. Durante la quarantena abbiamo addirittura assunto 4 nuove risorse!

In questi mesi abbiamo continuato a lavorare sui contenuti che avevamo già in cantiere, sia custom che licenze: da pochissimo abbiamo lanciato Black Hole - The Multiverse War, il nostro ultimo film in licenza ambientato nello spazio, e stiamo producendo un contenuto custom per un’importante compagnia crocieristica.

Abbiamo mantenuto i rapporti con tutti i nostri clienti e partner: per loro, oltre al brutto periodo oggettivo per tutti, c’era anche la paura che la nostra produzione si fermasse - fortunatamente non è stato così.

Inoltre, questo periodo ci è stato utile, anche umanamente, per “testare” la nostra abilità di lavorare in team, perché da remoto è tutta un’altra cosa: posso orgogliosamente affermare che la nostra produttività è addirittura aumentata, tanto che stiamo pensando di continuare a lavorare in maniera flessibile: una scelta che farà bene a noi come persone, all’azienda Red Raion e anche all’ambiente!

Adesso continueremo a lavorare, perché la luce in fondo al tunnel si vede: lo ha già dimostrato Disneyland Shanghai con il suo tutto esaurito subito dopo la riapertura, l’11 maggio, seguito a ruota da altri grandi parchi come Efteling, Paesi Bassi, il 20 maggio, ed Europa Park, in Germania, che riaprirà gradualmente le porte al suo pubblico a partire dal 29 maggio. Siamo fiduciosi e sappiamo bene che, dopo questo lungo periodo di isolamento, un po’ di sano divertimento, possibilmente in compagnia e in sicurezza, sarà proprio quello di cui la gente avrà bisogno.

Non vediamo l’ora di tornare alla normalità e di svelarvi tutti i progetti su cui stiamo lavorando: alcuni di questi sono proprio per il mercato italiano e li scoprirete davvero tra pochissimo!”

Video ANSA




Modifica consenso Cookie