Collezione di 600 monete e affreschi confiscata a Vercelli

Restituita allo Stato dopo operazione dei Carabinieri

(ANSA) - VERCELLI, 12 MAG - Monete antiche, reperti archeologici e due affreschi del sedicesimo e diciassettesimo secolo. Sono i pezzi di una collezione privata del valore di oltre 80.000 euro che è stata confiscata e restituita allo Stato al termine di un'operazione condotta dai carabinieri del nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Torino, e coordinata dalla procura di Vercelli. I beni sono stati sequestrati agli eredi di un collezionista vercellese, nel frattempo scomparso, che aveva accumulato negli anni 600 monete antiche di origine celtiche, romane e bizantine. Tra i reperti dodici bronzi del terzo secolo a.C., sette dracme in argento, 79 antoniniani degli imperatori del III secolo d.C., ceramiche provenienti dal sud Italia e vasi etruschi. Facevano parte della collezione anche due affreschi raffiguranti la Madonna del latte e il Ritorno del figliol prodigo, la cui provenienza è sconosciuta ma è riconducibile all'area tra Piemonte e Lombardia. Le ispezioni dei carabinieri, condotte con i funzionari della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, hanno permesso di appurare l'assenza di legittimi titoli di possesso dei beni accumulati negli anni dal collezionista. Gli eredi non sono stati denunciati. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie