Covid: turbativa e falso, arrestato sindaco nel Verbano

Ai domiciliari per lavori in Rsa. Indagata dipendente comunale

(ANSA) - TORINO, 25 NOV - Il sindaco di Premosello Chiovenda, 1.900 abitanti in provincia di Verbania, è stato arrestato dai carabinieri per falso in atti pubblici e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Secondo le indagini coordinate dalla procura di Verbania, il primo cittadino, ora ai domiciliari, avrebbe cordato la creazione di una struttura Covid con la società di gestione della Rsa del paese, nonostante la mancanza di autorizzazione della Regione Piemonte, per un importo di circa 240mila euro. Investimento a carico della stessa società, con la promessa che, alla scadenza, il contratto di gestione sarebbe stato rinnovato senza gara.
    Sono state "la disinvoltura e lo spregio delle norme di buona amministrazione" a indurre la procura di Verbania a chiedere l'arresto di Monti. Nell'inchiesta è indagata a piede libero la responsabile del servizio finanziario del Comune di Premosello Chiovenda. Avrebbe falsificato la data sui documenti con i quali è stato prorogato l'affidamento della gestione della struttura.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie