Coronavirus: il grazie del Piemonte alla 'Brigada Reeve'

Alle Ogr consegnata onorificenza per meriti civili

(ANSA) - TORINO, 13 LUG - Nel giorno del 50° compleanno della Regione Piemonte, alle Ogr, sede dell'ospedale provvisorio per i malati di Covid, il consiglio regionale ha consegnato l'onorificenza per meriti civili alla 'Brigata Henry Reeve" formata da 38 medici e infermieri di Cuba giunti in soccorso in Italia.
    "Hanno dato prova di eccezionale dedizione e altissima professionalità nel garantire la quotidiana assistenza sanitaria e nel fronteggiare la grave crisi epidemiologica che ha colpito la nostra Region - ha sottolineato Stefano Allasia, presidente del consiglio regionale - . Hanno fatto delle Ogr un forte e solido punto di riferimento per la cura dei malati piemontesi di Covid-19. Sono orgoglioso di consegnare queste medaglie: una speciale onorificenza della Presidenza del Consiglio regionale del Piemonte, un segno di grata riconoscenza. La cooperazione tra Piemonte e Cuba - ha proseguito Allasia - è un esperienza virtuosa che desideriamo si possa rinnovare in futuro sotto l'aspetto culturale ed economico, su questo non mancherà il nostro impegno".
    Per Il vicepresidente della Regione, Fabio Carosso, "questa esperienza ha reso onore al personale sanitario di Cuba e del Piemonte, che lavorando insieme hanno offerto un grande contributo per fronteggiare la pandemia nei momenti più drammatici".
    L'assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, ha rimarcato come "il contributo della Brigada è stato provvidenziale e strategico, perché ha permesso di rendere immediatamente operativo un nuovo ospedale nel cuore di Torino, in modo da consentire alle altre strutture sanitarie metropolitane di tirare il fiato. La generosità di questi 'ragazzi', partiti dall'altra parte dell'Oceano per venire a prestare la loro opera di medici e infermieri in Piemonte è non solo encomiabile, ma commovente per la carica di umanità e il significato di solidarietà che rappresenta".
    L'ambasciatore della Repubblica di Cuba in Italia, Josè Carlos Rodriguez Ruiz, si è detto "molto commosso per il riconoscimento verso l'impegno profuso per offrire salute al popolo piemontese" ed ha sottolineato che "la pandemia ci ha insegnato che il mondo è fragile e che in momenti difficili come questo c'è bisogno di fratellanza e cooperazione tra i popoli" (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie