Da capsule caffè riso per banco Alimentare

Grazie al programma 'Da chicco a chicco' di Nespresso

(ANSA) - MILANO, 31 LUG - Della capsula non si butta via niente: una volta riciclato l'alluminio, il caffé esausto viene trasformato in compost e utilizzato in una risaia in Provincia di Novara. Con il programma "Da Chicco a Chicco" di Nespresso il riso prodotto grazie a questo concime naturale, riacquistato dalla stessa azienda, viene successivamente donato a Banco Alimentare della Lombardia e, da oggi, a Banco Alimentare del Lazio e alle strutture caritative del territorio laziale supportate dall'organizzazione.
    "La collaborazione con Banco Alimentare del Lazio - dichiara Marta Schiraldi, Technical and Quality Director di Nespresso Italiana - permette al nostro programma "Da Chicco a Chicco", che rappresenta un modello virtuoso nella gestione delle capsule esauste, di raggiungere nuovi concreti obiettivi di sostenibilità. Innovazione e sostenibilità caratterizzano da sempre Nespresso e da sempre ci impegniamo per individuare soluzioni che portino beneficio all'ambiente e alla società.
    Siamo estremamente orgogliosi di poter rinnovare, attraverso questa collaborazione, il nostro commitment per una gestione responsabile delle capsule esauste e per la loro valorizzazione" Nespresso finora ha donato 2 milioni 954 mila porzioni di riso a Banco Alimentare della Lombardia. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa



      Modifica consenso Cookie