Progetto Resilienza, Scuola Freud Milano

Nappo, normalizzare per vincere trauma per studenti e docenti

(ANSA) - MILANO, 19 MAR - Se la resilienza è la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, il 'Progetto Resilienza' dell'Istituto Sigmund Freud di Milano - 650 iscritti alle superiori - è proprio quello di riorganizzare l'attività didattica per gli studenti e farli uscire da una crisi durante l'emergenza coronavirus in un momento in cui morti e malati sono lo scenario che sopratutto i giovani devono affrontare con risvolti psicologici non sempre subito evidenti. C'è "una sofferenza sorda". E così - spiega il direttore Daniele Nappo - con "l'obbiettivo di conservare il compito di 'comunità', mantenere viva la classe, il senso di appartenenza, combattere il rischio di solitudine e di demotivazione" - 50 docenti, segretarie, personale di direzione, tecnici informatici con l'ausilio di psicologi hanno stilato un 'modulo di sopravvivenza' che ha prodotto, fra l'altro, 1850 video lezioni, 190 test, 95 ore di consuling. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano



      Modifica consenso Cookie