Sanremo, rischio cortei e appelli a 'marciare sull'Ariston'

Iniziative su social si moltiplicano, no sosta attorno a teatro

(ANSA) - SANREMO, 17 FEB - "Ristoranti, cuochi, camerieri e tutti gli addetti al settore: facciamo vedere che abbiamo le palle, blocchiamo il Festival": gli appelli a 'marciare' sul Festival di Sanremo (2-6 marzo), bloccarlo o usarlo per avere visibilità si stanno moltiplicando sui social. Il covid insomma non è l'unico rischio di questa edizione, pur tra le misure di prevenzione imponenti previste. Ci sono anche le possibili proteste di alcune categorie esasperate dalla crisi per la pandemia, e sulle quali comunque c'è già attenzione tra le forze di polizia. Il prefetto di Imperia Alberto Intini nei giorni scorsi ha già anticipato che non dovrebbero esserci 'zone rosse' in città. E' stato però deciso di individuare alcune aree, come quella attorno al teatro Ariston, dove sarà vietata la sosta e si potrà solo transitare senza fermarsi.
    "Colleghi, cuochi, camerieri, ristoratori - recita un altro messaggio condiviso da diverse persone su Facebook - il primo marzo blocchiamo le entrate al Festival, tocchiamo noi le tasche allo Stato".
    Anche l'Associazione Fieristi Italiana (Afi) ha organizzato una manifestazione. L'appuntamento dal 2 al 6 marzo dalle 8 alle 24 è nella vicinissima piazza Colombo: "Immagina i cancelli del teatro Ariston di Sanremo, dal 2 al 6 marzo, in occasione del Festival noi tutti uniti saremo lì - è scritto nel loro manifesto - chi vestito da zombie, chi con il cappio al collo e per quattro giorni non ci sposteremo mai. Ecco la nostra nota stampa inviata a tutte le tv e i quotidiani nazionali perché raggiungeremo Sanremo da tutte le sedi". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie