Friuli Venezia Giulia

Libri: Udine, in arrivo Diari prigionia di Sepideh Gholian

Reporter iraniana. Iniziativa Librerie e Vicino/lontano

(ANSA) - UDINE, 16 GIU - "Ci picchiano da mezzogiorno alle 10 di sera. Temo che non resterò in vita. Dire che sono terrorizzata non basta a esprimere ciò che provo". Sono le prime righe del racconto della prigionia di Sepideh Gholian, giovane reporter e attivista iraniana arrestata nel 2018 mentre seguiva in veste di giornalista lo sciopero dei lavoratori della raffineria di zucchero Haft Tappeh. I suoi diari, già pubblicati in persiano e inglese, usciranno ora in italiano grazie a un progetto editoriale condiviso dall'associazione "Librerie in Comune" di Udine e dal il festival Vicino/lontano, in programma nel capoluogo friulano dal 1 al 4 luglio.
    Il progetto ha ottenuto il patrocinio di Amnesty International Italia. Attualmente rinchiusa nel carcere di Bushehr, Sepideh Gholian nella primavera dello scorso anno era riuscita a scrivere e far circolare le sue memorie della prigionia, finendo sotto processo anche per "diffusione di propaganda e falsità". La pubblicazione, che uscirà per Gaspari Editore con la prefazione di Emanuele Russo, presidente di Amnesty International Italia, sarà sostenuta con un crowdfunding sulla piattaforma ideaginger.it. I promotori puntano a presentare il volume in anteprima nazionale il 1 luglio a Vicino/lontano. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie