Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Emilia-Romagna
  1. ANSA.it
  2. Emilia-Romagna
  3. Musica: a Ferrara un Don Giovanni italo-koreano

Musica: a Ferrara un Don Giovanni italo-koreano

Raggiunto un accordo fra il Comunale il teatro di Daegu

(ANSA) - FERRARA, 06 MAG - Il Teatro Comunale Claudio Abbado di Ferrara e la coreana Daegu Opera House produrranno assieme il nuovo allestimento del 'Don Giovanni' di Mozart, al debutto nella città estense il prossimo 1 luglio (con replica il 3). Il 7 e 8 ottobre andrà in scena a Taegu, quarta città più grande della Corea del Sud. Il contratto tra le due istituzioni, firmato mercoledì scorso a Ferrara, sancisce l'unione tra le due importanti realtà lirico-teatrali.
    Per il Teatro di Ferrara sarà la prima volta che una sua produzione raggiunge l'Oriente. La Daegu Opera House Foundation, invece, porterà al Teatro Claudio Abbado nel 2023, il 25 e 26 novembre, una produzione della pucciniana 'Turandot'. Nel corso dell'incontro ferrarese, Chung Kabgun, direttore artistico della Daegu Opera House, ha incontrato il direttore artistico, Marcello Corvino, e il direttore generale Moni Ovadia, in collegamento telefonico. Il progetto registico è di Adriàn Schvarzstein e sarà messo in scena da Moni Ovadia.
    "L'idea, molto curiosa e anomala rispetto alle tante messe in scena della famosa opera mozartiana, - ha spiegatoOvadia, alla sua prima regia di un'opera lirica - è quella di ambientare il Don Giovanni in un circo di cent'anni fa, dove oltre ai cantanti verranno coinvolti artisti circensi. Don Giovanni sarà il domatore di questo circo. A nostra conoscenza, una scelta simile non ha precedenti". Al direttore coreano sono stati mostrati i costumi e la scenografia proposti, realizzati dalla costumista e scenografa tedesca Lilli Hartmann. "Sono entusiasta di questa scelta - ha detto Chung Kabgun - non vedo l'ora poter vedere il Don Giovanni in scena". Alla produzione dell'opera mozartiana lavoreranno Adriàn Schvarzstein (clown, attore, regista teatrale e di circo contemporaneo, ha lavorato con Dario Fo e Pina Bausch), Jurate Sirvyte Rukstele e Moni Ovadia. I cantanti, selezionati tra oltre 300 artisti provenienti da tutto il mondo, saranno preparati dal maestro Leone Magiera. La musica sarà eseguita dall'Orchestra Città di Ferrara diretta dall'australiano Daniel Smith. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna


        Modifica consenso Cookie