Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Incendi: in Emilia-Romagna scatta l'allerta arancione

Incendi: in Emilia-Romagna scatta l'allerta arancione

A causa dell'aggravarsi della siccità, grave pericolosità

BOLOGNA, 25 marzo 2022, 10:50

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

L'aggravarsi della siccità fa crescere il rischio di incendi nei boschi. Per questo da sabato 26 marzo in tutta l'Emilia-Romagna scatterà, almeno fino alla mezzanotte di domenica 3 aprile, lo stato di grave pericolosità (allerta arancione) Il provvedimento è stato emanato dal direttore dell'agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile, Rita Nicolini, d'intesa con la direzione regionale dei Vigili del Fuoco e il comando regione Carabinieri Forestale.
    Con l'innalzamento del grado di pericolosità si stabilisce il divieto assoluto di accendere fuochi o utilizzare strumenti che producano fiamme, scintille o braci, all'interno delle aree forestali. Vietati su tutto il territorio regionale, anche al di fuori delle aree boschive, gli abbruciamenti di residui vegetali e delle stoppie e di residui vegetali agricoli su tutto il territorio regionale, con pesanti sanzioni per chi infrange le regole.
    Nei giorni scorsi a Coli, nel Piacentino, si è verificato un incendio che ha richiesto l'intervento di 5 Canadair e degli elicotteri dei Vigili del Fuoco per spegnere le fiamme.
    L'afflusso di correnti umide dall'Atlantico previsto per la prossima settimana porterà il ritorno delle piogge, anche se si stima che non saranno sufficienti per ristabilire una situazione di tranquillità sul fronte incendi boschivi.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza