Auto: Reggio Emilia pronta per supercar elettriche Silk-Faw

Investimento da un miliardo, previsti 1.000 posti di lavoro

Lo scorso febbraio il gruppo cinese Faw, il più grande produttore di auto del Paese asiatico, e la statunitense Silk Ev avevano annunciato un investimento da un miliardo di euro per dare vita in Emilia-Romagna, nella cosiddetta 'Motor Valley', a un polo produttivo e di ricerca dedicato alla creazione di auto sportive elettriche di alta gamma destinate a intrecciare il design 'Made in Italy' e la sostenibilità. Oggi quell'annuncio prende corpo: le supercar sostenibili del colosso sino-americano saranno prodotte a Reggio Emilia, nella frazione di Gavassa, dove nascerà un avveniristico centro di ricerca e produzione da 320.000 metri quadrati, in cui verranno progettati e realizzati i modelli della serie S di Hongqi: Hongqi S9, la prima della serie 'S"' progettata dal designer Walter De Silva, e la Hongqi S7.
    Le prime vetture - è stato spiegato in una viodeoconferenza stampa - dovrebbero uscire dallo stabilimento reggiano nel 2023.
    L'investimento da un miliardo di euro prevede la creazione di mille posti di lavoro in una delle città, Reggio Emilia - che fa così il suo ingresso a pieno titolo nella 'Motor Valley' regionale - considerata centrale per le competenze in ambito di meccatronica e robotica. L'area di Gavassa si trova a 9 chilometri dalla stazione alta velocità Medio-Padana, vicina agli svincoli di autostrada e tangenziale ed è raggiungibile, in auto, in 40 minuti da Milano e in 20 minuti da Bologna.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie