Emilia-Romagna

A Modena il lambrusco si paga in Bitcoin

Il titolare, 'criptovalute innovative, così non si evade fisco'

Acquistare vino o semplicemente fare un aperitivo pagando con le criptovalute: accade da oggi in un negozio del centro storico di Modena che ha scelto di accettare non solo Bitcoin ma anche le altre criptomonete: Ethereum, Litecoin, Mastermoney e Monero. E in futuro anche Libra, la valuta di Facebook da poco annunciata da Mark Zuckerberg.

"In 27 anni - spiega ai media locali il titolare del wine shop Lambruscheria, Alessio Bardelli - ho sempre cavalcato l'onda del commercio, cercando di intuire in che direzione potesse andare il mercato". Parlando con la clientela, Bardelli ha scoperto che "già molti hanno criptovaluta, ma non sanno come utilizzarla. Così, con l'assistenza dei giovani imprenditori modenesi di Cryptomerchant, ha deciso di accettare le monete virtuali. "Un modo - dice Bardelli - anche per combattere l'evasione fiscale".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie