10 marzo, 15:01 Foto

Al Met Museum un secolo di fotografia

Apre Photography's Last Century con donazione per 150 anni museo

© ANSA
La fotografia in mostra al Met © ANSA

NEW YORK - Il mondo visto attraverso la fotografia. Il Metropolitan Museum of Art dedica una mostra al mezzo di espressione più democratico che possa esistere raccontandone i progressi fatti negli ultimi cento anni. 'Photography's Last Century: The Ann Tenenbaum and Thomas H. Lee Collection', sarà aperta dal 10 marzo al 28 giugno del 2020 e realizzata grazie alla collezione che la Tenenbaum e il marito hanno donato al museo di New York in occasione del suo 150mo anniversario.
    La mostra, curata da Jeff Rosenheim, del Dipartimento di Fotografia, è composta da circa 90 scatti alcuni dei quali celebri, come quelli di Diane Arbus, Richard Avedon, Ilse Bing, Joseph Cornell, Walker Evans, Robert Frank, Andreas Gursky, Helen Levitt, Dora Maar, László Moholy-Nagy, Jack Pierson, Sigmar Polke, Man Ray, Laurie Simmons, Alfred Stieglitz, Paul Strand, Cindy Sherman, Andy Warhol, Edward Weston, Rachel Whiteread, Robert Mapplethorpe e Carlo Mollino.
    "La fotografia - ha detto all'ANSA Rosenheim - è il mezzo perfetto per esplorare l'idea di un mondo che non è lo stesso per tutti. Al giorno d'oggi tutti abbiamo uno smartphone per fare fotografie e siamo in grado di condividere la nostra propria forma d'arte indipendentemente dalla tradizione accademica. Un pittore non può fare lo stesso con i suoi quadri, se non appunto passando per una macchina fotografica". Gli scatti in mostra al Met sono anche all'insegna dell'inclusività, sia dal punto di vista del numero delle fotografe donne sia per i temi affrontati, molti di tipo sociale. "L'italiano Carlo Mollino - continua il curatore - è colui che ha il maggior numero di foto esposte, è infatti uno dei fotografi favoriti della Tenenbaum". Mollino (1905-1973) è stato anche un architetto e un designer. Tra le sue opere ci sono l'auditorum Rai di Torino e il Teatro Regio, sempre a Torino. L'artista è presente al Met con quattro nudi erotici scattati con una polaroid.
    Non a caso la collezione Tenenbaum Collection è considerevole per il suo consolidato interesse nel nudo nonché per artisti agli esordi della loro carriera e per le opere di artiste donne.
    "Le foto - ha detto Ann Tenenbuam - sono lo specchio nonche' una finestra non solo sul mondo ma anche sulle profonde esperienze personali" (ANSA)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie