Brindisi con calici Donne del Vino Lazio per i 50 anni Fisar

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 30 MAG - Festeggiati a Roma. presso il Boscolo Circo Massimo che ospita un museo didattico sull'enogastronomia e cucina italiana nel cuore della Capitale, i primi 50 anni di attività della Fisar, Federazione italiana Sommelier, Albergatori e ristoratori. Per l'occasione e davanti a un parterre di addetti ai lavori qualificato l'associazione delle Donne del Vino del Lazio ha portato alla ribalta oltre 20 selezionate etichette delle produttrici associate che hanno accompagnato sia la degustazione che la cena di gala a tutto pasto, grazie a una gamma di etichette che contempla rarità come lo spumante brut rosé da Cesanese Lazio Igp, di Casale della Ioria, fino al Cannellino di Frascati Docg, col millesimo 2017 di Villa SImone, che si sono alternati ai The wine of the Champions, forniti nelle etichette Ronaldinho e Seba Frey da Fabio Cordella Cantine.

La celebrazione del 50/mo anno di attività Fisar, presieduta da Luigi Terzago che recentemente ha nominato "Sommelier onorario" il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli, è stata una occasione conviviale per riannodare le fila sul passato della Federazione, nata tra blasonati vigneti toscani nel 1972 su iniziativa di un gruppo di amici ristoratori con la passione del vino, e ora fortemente consolidata soprattutto in Veneto e Piemonte, ma con delegazioni in ogni regione d'Italia. Ironizzando sul termine francesi i fondatori scelsero di chiamarsi "Sommelieri" a testimonianza dell'impegno per far conoscere il vino italiano, spiegando come degustarlo e abbinarlo. Un agile volume ben corredato da fotografie è stato distribuito in occasione del cinquantenario dell'Associazione che dal 1983 edita il periodico bimestrale di enogastronomia, "Il Sommelier". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie