Cibo sintetico: sindaco e giunta Pistoia firmano contro

Redazione ANSA PISTOIA
(ANSA) - PISTOIA, 23 NOV - Anche il sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi, insieme all'intera giunta comunale, ha sottoscritto la petizione contro il cibo sintetico. Continuano le adesioni pistoiesi alla campagna per fermare quella che , secondo Coldiretti, è "una pericolosa deriva che mette a rischio il futuro della cultura alimentare nazionale, delle campagne e dei pascoli e dell'intera filiera del cibo made in Italy". Alla campagna hanno già aderito il vescovo Fausto Tardelli, il presidente della Provincia, nonché sindaco di San Marcello Piteglio, Luca Marmo, oltre ai sindaci di Marliana, Federico Bruschi, e di Uzzano, Dino Cordio.

Sono stati Fabrizio Tesi e Francesco Ciarrocchi, presidente e direttore di Coldiretti Pistoia, a presentare stamattina le motivazioni della petizione alla giunta Tomasi. "Purtroppo quello che a molti poteva sembrare fantascienza sta avvenendo - ha detto il sindaco di Pistoia i-. Abbiamo aderito volentieri alla campagna di Coldiretti e tutta la giunta comunale ha firmato per la difesa della nostra tradizione e dei nostri prodotti. Il cibo sintetico è la sconfitta delle nostre tradizioni della nostra identità. Ed è la vittoria di chi vuole un mondo completamente omologato, poche grandi aziende che detengono marchi e brevetti". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie